Etimologia & Territorio

Nell’Antichità il Vino veniva utilizzato per identificare ceti sociali, ambienti altolocati come: l’aristocrazia e le corti principesche; poiché la presenza del frutto e del suo derivato significavano abbondanza e prosperità. Negli anni avvenire, fino ai giorni nostri, codesto prodotto ha dato origine ad un vera e propria cultura e arte in diverse parti del mondo, sopratutto sul territorio Italiano, diventato simbolo di questa stessa. La nostra Nazione non a caso è una tra le maggiori produttrici ed esportatrici di Vino.

Territorio

Esso viene coltivato su quasi tutto il Territorio Nazionale, maggiormente nelle Regioni meridionali come Puglia, Basilicata, Campania e Calabria poiché non richiede terreni molto fertili, ma al contrario predilige quelli piuttosto poveri che si differenziano in base alla loro composizione e tessitura. Il terreno è molto importante in quanto è una riserva d'acqua e di sali minerali. Inoltre la differenza di concentrazione salina tra terra e vite rappresenta la forza che fa muovere le soluzioni verso la pianta, ed il Sud-Italia è un’ambiente molto indicato per questo tipo di coltivazione.

La Daunia

La storia della GRG affonda le sue radici nello straordinario territorio DAUNO che ha confini ben precisi ed è espressione di colori, profumi e atmosfere intense e irripetibili. Il Territorio Dauno è caratterizzato da un clima tipicamente mediterraneo, con i suoi venti, le sue scarse piogge e con l'influenza mitigatrice del mare. Forti escursioni termiche fra giorno e notte determinano una lenta maturazione delle uve, favorendo lo sviluppo di aromi e l'accumulo di sostanze estrattive.

Notizie ed Eventi

Agricoltura H24

La Puglia